Sarebbe stato strangolato con una fascetta da elettricista il piccolo Andrea Loris Stival. Dagli esami autoptici il bambino presenta dei graffi al collo e al viso che sarebbero stati causati dal laccio utilizzato per strangolarlo. Il bambino, al momento del ritrovamento, era tutto bagnato e indossava tutti gli abiti che aveva quella mattina, compreso il grembiule di scuola, e gli unici elementi che mancavano erano gli slip e lo zaino, che non sono ancora stati trovati.

Intanto proseguono gli ccertamenti della polizia anche in case vicine alla casa dove abita la famiglia di Loris. Continuano sopralluoghi e perquisizioni degli investigatori. anche sul luogo dove è stato trovato il corpo di Loris. La scientifica ha anche eseguito rilievi e accertamenti nella casa di campagna di contrada Passo di Scicli di Orazio Fidone, il cacciatore che ha trovato il corpo del piccolo. L’uomo, come atto dovuto per l’esecuzione di accertamenti irripetibili, è indagato per sequestro di persona e omicidio.