carabinieri
carabinieri

Udine – Esasperato per l’abbaiare dei cani dei vicini di casa ha impugnato un fucile subacqueo ed ha arpionato l’animale.
Un 61enne di Udine è finito nei guai per aver tentato di uccidere il cane dei vicini di casa infilzandolo con una fiocina da pesca subacquea.
L’uomo era stufo di sentire l’abbaiare del cane, lasciato solo dai vicini nel giardino, e lo ha ferito gravemente.
Un altro vicino di casa ha assistito alla scena e quando sono arrivati i carabinieri del 112 ha subito indicato il responsabile.
In casa dell’uomo è stato trovato il fucile senza l’arpione e dopo qualche domanda ha ammesso le sue responsabilità raccontando di non poterne più del latrato disperato dell’animale che non smetteva di abbaiare da giorni perchè i padroni erano partiti per le ferie lasciandolo da solo in giardino.
Il grosso pastore maremmano è stato salvato dal veterinario ma ha riportato una ferita molto grave. Il responsabile è stato denunciato per maltrattamento di animali e rischia una pesante condanna.