Attentato al Charlie Hebdo di Parigi
Attentato al Charlie Hebdo di Parigi

Crepy-en-Valois (Francia) – Le forze speciali francesi stanno stringendo d’assedio una casa isolata che sarebbe l’ultimo rifugio degli attentatori in fuga dopo l’attentato alla redazione del settimanale satorico Charlie Hebdo:
La notizia è stata diffusa da alcune Tv francesi e dai siti Internet che parlano di terroristi asserragliati ed armati sino ai denti.
I terroristi sarebbero in una casa nei pressi di Crepy-en-Valois, 70 chilometri a nordest di Parigi e alcuni testimoni, tra i quali il benzinaio che per primo li ha scoperti e li ha denunciati alle autorità, affermano che l’auto, un’utilitaria di colore grigio, sarebbe piena zeppa di fucili mitragliatori d’assalto Ak47 Kalasnikov e persino di lanciarazzi.
Massima la cautela della autorità francesi che non confermano e non smentiscono la notizia parlando di “operazioni in corso”.
Sembra che a mettere le forze speciali sulle orme dei fuggiaschi sia stato un benzinaio di una struttura sull’autostrada che conduce a Parigi e che ha notato l’auto con la targa coperta e si è insospettito. Una volta avvicinato ai due che stavano facendo benzina si è accorto che l’auto era piena di armi e si è allontanato per chiamare la polizia.
I terroristi avrebbero abbandonato l’auto per proseguire a piedi e la loro fuga sarebbe terminata, non si sa se consapevolmente o meno, in un’abitazione isolata ora circondata dalle forze speciali francesi.