Gianluigi_Buffon_Euro_2012_vs_England_04
Buffon, suo il record di imbattibilità

Torino – Il contestato derby vinto dalla Juventus contro il Torino nell’ultimo turno di campionato, ha definitivamente consegnato il mito di Gianluigi Buffon alla storia del calcio. Con 974 minuti di imbattibilità, il n. 1 bianconero ha battuto il record precedente di 929 minuti, detenuto da Sebastiano Rossi. L’imbattibilità di “Gigione” si è infranta sul rigore di Bellotti al 46′, inutile ai fini del risultato (la partita è finità 1-4 per i bianconeri). L’ultimo a bucare la rete bianconera in campionato fu il blucerchiato Cassano, lo scorso 10 gennaio. “In un calcio fatto di tante meteore – ha commentato il presidente della Figc Carlo Tavecchio – Buffon credo sia la stella polare”. Tavecchio ha poi indicato il capitano azzurro come punto di riferimento della spedizione che a giugno partirà per gli europei in Francia (“E’ l’immagine del movimento azzurro per eccellenza, è una persona di grandi qualità morali ed etiche”), e non ha escluso una sua partecipazione ai prossimi mondiali: “A 40 anni (l’età che Buffon avrà nel 2018, anno dei mondiali ndr) un portiere di questa portata può ancora giocare – afferma Tavecchio – se continua con la sua mentalità vigorosa e con il suo attaccamento credo possa fare ancora strada”. Ai microfoni di “Radio Anch’Io sport”, il presidente si è poi soffermato ancora una volta sull’addio annunciato di Antonio Conte, e ha affermato di non aver preso ancora accordi per il successore per una “questione di stile”. “Sapevo che la scadenza era vicina – ha ribadito – e che l’impegno assunto era biennale. Conte sente il bisogno naturale di sentire il profumo del campo, dello spogliatoio e della quotidianità”.