Guardia FinanzaSavona – Nascondeva in casa una vera e propria collezione di armi bianche, alcune catalogate come armi da guerra, il 58enne savonese denunciato dai finanzieri del comando provinciale di Savona per ricettazione detenzione abusiva di armi da guerra.

I militari impegnati negli ordinari servizi istituzionali, hanno individuato l’uomo e la sua collezione sistemata in una casa del quartiere Villapiana.

All’atto della perquisizione domiciliare, i Finanzieri hanno trovato 22 pugnali da guerra e 52 baionette.

L’uomo, però, non era in possesso delporto d’armi, come previsto dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza; non è stato inoltre in grado di fornire giustificazioni esaustive sulla provenienza delle armi. 

I pugnali rinvenuti avevano lame della lunghezza compresa tra i 22 ed i 30 centimetri, mentre le baionette erano lunghe tra i 35 ed i 45 centimetri. Si tratta dunque di oggetti che, nonostante i fini collezionistici, sono perfettamente idonei ad offendere. 

Le armi, di pregevole fattura, risalgono al periodo della Prima e Seconda Guerra Mondiale, recano riferimenti al periodo nazi-fascista.

Alcuni degli oggetti rinvenuti riportavano anche scritte in tedesco inneggianti al nazismo. 

Il 58enne è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Savona, mentre i pugnali e le baionette sottoposti a sequestro e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

Sono tuttora in corso indagini finalizzate ad accertare l’effettiva provenienza delle armi ed il loro valore, nonché a verificare se le stesse siano state utilizzate per compiere fatti criminosi. 

 

Rispondi