mammografia tumore al senoGenova – Una regata per combattere il tumore al seno e per ritrovare lo spirito giusto per affrontarla come una gara in mare.
Si terrà a Genova, dal 15 al 17 giugno, la prima edizione della ’Regata Rosa’: un’iniziativa di condivisione, sport e benessere dedicata alle donne con tumore al seno, organizzata da Istituto Gentili in collaborazione con l’Istituto Europeo di Oncologia (IEO) e la Fondazione IEO-MONZINO ETS. “Unite nella forza”, come recita il claim dell’iniziativa, le veliste d’eccezione navigheranno per tre giorni a bordo della barca a vela ‘Capricorno’, l’imbarcazione italiana più vincente nel circuito professionale, lungo uno dei tratti più suggestivi della costa del Mediterraneo.
Obiettivo della ‘Regata Rosa’ è coinvolgere le pazienti in un’esperienza di benessere psico-fisico a 360 gradi, potendo trovare nella condivisione con chi ha vissuto lo stesso percorso di malattia e nel contatto con il mare nuove energie per affrontare al meglio le piccole e grandi sfide quotidiane. L’iniziativa, inoltre, intende sensibilizzare su tematiche di grande rilevanza come la prevenzione, il supporto psicologico e lo sport quale importante strumento di socializzazione e di ricostruzione emotiva per le donne con tumore al seno.
In Italia sono quasi 400mila le nuove diagnosi di tumore ogni anno e, con oltre 55mila nuovi casi, il cancro al seno continua a essere la neoplasia più frequentemente diagnosticata1. Oggi, grazie agli screening e a terapie sempre più personalizzate, i tassi di guarigione sono prossimi al 90%1. Accanto alle cure, un adeguato sostegno psicologico e un’attività fisica mirata rivestono un ruolo fondamentale per migliorare la qualità di vita delle pazienti, durante e dopo la malattia.
“Ormai sempre più numerose e solide sono le evidenze scientifiche che dimostrano come sia fondamentale prendersi cura della mente e del corpo per garantire successo nella prevenzione e nella cura della malattia oncologia. Affiancare un percorso psicologico individuale o di gruppo all’attività fisica, in questo caso barca a vela e supporto psicologico di gruppo, è una scelta completa e vincente per promuovere la salute”, dichiara la Prof.ssa Gabriella Pravettoni, Direttore della Divisione di Psiconcologia dello IEO.
Il progetto ’Regata Rosa’ si affianca ad altre importanti iniziative che vedono Istituto Gentili al fianco della Fondazione IEO-MONZINO ETS. Tra queste, ‘Una Racchetta per la Vita’, il torneo di tennis doppio benefico a supporto della ricerca per il cancro al seno, giunto alla IV edizione, che si giocherà a Milano il prossimo 7 settembre presso la Società Canottieri Milano 1890. E ancora, ‘Uno Swing per la Vita’, la manifestazione in memoria di Rachele Schieroni, amica e sostenitrice della Fondazione, in programma a Fiano Torinese nel maggio 2025. L’ultima edizione, da poco conclusasi, ha consentito di raccogliere 50.000 euro in sostegno della ricerca oncologica dello IEO.
“L’iniziativa ’Regata Rosa’ incarna perfettamente il nostro impegno quotidiano per migliorare la qualità di vita delle persone che vivono l’esperienza del cancro e la vicinanza di Istituto Gentili al mondo della vela, uno sport capace di unire natura, emozioni e relazioni umane in un viaggio che è la metafora della vita: ogni giorno, si affrontano gli imprevisti e si imparano a gestire le difficoltà del percorso insieme a chi ci sta accanto, sentendosi equipaggio e non navigatori solitari ”, afferma Luigi Boano, Amministratore Delegato di Istituto Gentili. “È per noi motivo di grande orgoglio essere al fianco dell’Istituto Europeo di Oncologia e della Fondazione IEO-MONZINO ETS per dare un contributo concreto alle donne con tumore al seno e per sostenere la ricerca scientifica in favore dei pazienti oncologici di oggi e di domani”.