monopattino elettrico
La Spezia – Correva con il monopattino per consegnare la droga ai suoi clienti. Un 44enne è stato arrestato dalla polizia dopo un normale controllo che ha portato alla scoperta di diverse dosi di cocaina.
Una pattuglia della Squadra Volante ha individuato l’uomo che viaggiava incappucciato e a bordo di un monopattino per via Corridoni e si muoveva con estrema circospezione.
Gli agenti hanno deciso di fermarlo per un controllo di routine scoprendo però che era in possesso di n.30 involucri di cellophane, debitamente occultati all’interno di un pacchetto di sigarette, contenenti circa 12 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, una somma di 255 euro in banconote di vario taglio ed un numero considerevole di pastiglie e fiale di medicinali contro la disfunzione erettile.
Visto l’ingente quantitativo rinvenuto su strada, gli agenti hanno deciso di approfondire con una perquisizione domiciliare che ha permesso di scoprire altra droga, una somma di denaro pari a euro 2.550 ed un ingente quantitativo di farmaci della stessa tipologia di quello già trovato.
L’uomo ha confessato di aver nascosto altra droga all’interno di un vano contatori al pian terreno di un altro condominio e sul posto gli agenti hanno trovato 19 contenitori di cellophane trasparente contenenti cocaina per un perso di circa 10 grammi ed un bilancino di precisione.
Il cittadino ha ammesso anche di aver intrapreso da oltre dieci anni la vendita abusiva di farmaci importati direttamente dalla Repubblica Dominicana, nonché del cosiddetto ‘Viagra cinese’, un farmaco in fiale, che vendeva al prezzo di €20 al pezzo, producendo di fatto un guadagno tra i 300 e i 500 euro giornalieri.
Accompagnato presso gli uffici della Questura, dopo gli accertamenti del caso è stato arrestato per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio ed indagato per aver immesso in commercio sul territorio nazionale medicinali proveniente da uno stato estero senza alcuna autorizzazione.
La sostanza stupefacente, circa 22 grammi, ed i medicinali (325 compresse e 66 fialette) sono stati debitamente sequestrati.
Questa mattina nel corso del giudizio per direttissima, l’A.G. ha convalidato l’arresto

Rispondi