Genova – Pronto soccorso intasato, pazienti in attesa per ore e ambulanze in coda per recuperare le barelle.

E’ la situazione che stanno vivendo in queste ore gli ospedali Galliera e San Martino e che in tanti hanno denunciato sui social.

“Meno di dieci centimetri tra una barella e l’altra” scrive un utente su Facebook, postando le foto del pronto soccorso dell’ospedale Galliera sovraffollato.

La situazione sta lentamente migliorando ma i numeri delle accettazioni parlano di 28 persone in attesa e 41 in visita al San Martino, numeri simili all’ospedale Galliera dove in attesa ci sono 29 pazienti con 32 in attesa. (Dati relativi alle 16.45 e disponibili sul sito https://www.galliera.it/118)

Per il gran numero dei pazienti, nel corso della giornata diverse ambulanze sono rimaste in coda fuori dagli ospedali per riavere indietro le barelle.

In merito agli episodi di oggi, da Alisa fanno sapere che il sovraffollamento nei pronto soccorso degli ospedali genovesi, particolarmente Galliera e San Martino, è il risultato di un iperafflusso che spesso accade il lunedì e non è da imputarsi a casi riconducibili a virus influenzali ma, prevalentemente, a persone anziane o fragili.

Circa l’attesa delle ambulanze davanti all’ospedale Galliera, sempre da Alisa precisano che la concomitanza dell’arrivo di più mezzi nello stesso momento ha creato una congestione.

Le operazioni di trasferimento dei pazienti nei reparti sono state velocizzate proprio per liberare i posti al pronto soccorso e riportare la situazione alla normalità.

Inoltre, nella giornata odierna, sono state adottate tutte le misure previste dal Diar Emregenza-Urgenza.

 

 

 

ì

 

 
 

Rispondi