vaccino coronavirusGenova – E’ ripartito il sistema di prenotazione per la libera scelta del vaccino per la fascia di età dai 60 anni in poi ed è subito boom di prenotazioni.

In mattinata un malfunzionamento nella piattaforma di prenotazione non consentiva la scelta del vaccino da ricevere.

Un problema tempestivamente segnalato e risolto, nelle prime ore di questo pomeriggio.

A partire da quest’oggi, infatti, la Regione Liguria ha messo a disposizione la possibilità di scegliere con quale siero anti-Covid farsi vaccinare, per superare le reticenze di tanti che non vogliono ricevere il vaccino messo a punto da AstraZeneca o da Johnson.

La scelta è stata adottata per convincere i più scettici e i “no vax” a sottoporsi alla vaccinazione, arma necessaria per mettere al sicuro la popolazione dallo spettro di una terza ondata con l’arrivo dell’autunno.

Mettere a disposizione degli ultra 60enni la possibilità di utilizzare anche i vaccini a mRNA vuol dire far venire meno le scuse di quanti, pur appartenendo alle fasce con rischio maggiore secondo i criteri individuati dalla struttura commissariale per l’emergenza, avevano scelto di non prenotare la vaccinazione, adducendo a rischi e pericolosità varie.

I dati statistici e gli studi finora condotti, tuttavia, confermano come i rischi di reazioni avverse siano equivalenti in tutti i vaccini al momento presenti sul mercato ma viste le rimostranze, le autorità sanitarie hanno deciso di ricorrere anche a questa alternativa per raggiungere il prima possibile il più alto numero di persone vaccinate.

 

 

Rispondi