aula scuola, studenti, lavagnaGenova – Il green pass sarà obbligatorio anche per i genitori che vanno a prendere i figli a scuola.

Così ha deciso il consiglio dei Ministri che ha dato il via libera all’estensione dell’obbligo di certificazione nelle scuole e nelle università.

Dal prossimo 10 ottobre, infatti, chi entrerà in una scuola o all’università per motivi di lavoro dovrà mostrare la certificazione verde.

Il decreto approvato all’unanimità si compone di tre articoli che ribadiscono come fino al 31 dicembre, quando dovrebbe scadere lo stato di emergenza, chiunque si troverà a dover entrare in scuole, università e sedi formative dovrà essere in possesso di un green pass. A controllare saranno i dirigenti scolastici e i datori di lavoro.

Il decreto prevede multe da 400 a mille euro sia per chi risulterà irregolare in caso di verifiche, sia per i dirigenti e i datori di lavoro.

Cambia, invece, il criterio di accesso alle Rsa.

Dal prossimo 10 ottobre, infatti, chi si troverà a entrare in una residenza sanitaria per gli anziani dovrà essere vaccinato.

Il decreto introduce l’obbligo vaccinale anche per i dipendenti di ditte esterne. Chi non sarà in regola si vedrà sospeso dal lavoro e, di conseguenza, dallo stipendio.

Intanto si ragiona sull’ampliamento dell’utilizzo del green pass che come ha sottolineato il premier Draghi è l’unica soluzione per evitare di tornare a chiusure diffuse in tutto il paese.

Presto il certificato verde potrebbe essere obbligatorio per i lavoratori delle attività al chiuso, dove è già previsto per i clienti.

 

Rispondi