palazzo di Giustizia genovaGenova – Sarà un’inchiesta a verificare il rispetto delle misure di sicurezza ed eventuali responsabilità per la morte, avvenuta ieri mattina, di Carlo Manca, l’operaio di 48 anni travolto ed ucciso dalla caduta di un carico di pesanti tubi metallici sollevati da una gru all’interno di un’azienda di San Quirico.
Le forze dell’ordine stanno conducendo le verifiche necessarie e analoghe indagini vengono compiute anche dagli enti preposti a verificare il rispetto delle norme di sicurezza all’interno dei cantieri.

La tragica morte dell’operaio sarebbe avvenuta a causa del cedimento di una cinghia che legava assieme i tubi ma saranno le verifiche a chiarire ogni dettaglio e a stabilire se l’ennesima morte bianca sul lavoro poteva essere evitata.

Di questo parere i sindacati di categoria che puntano il dito sul rispetto delle normative e chiedono a gran voce che vengano estesi i corsi di formazione e di aggiornamento per chi lavora in condizioni di rischio potenziale.
Quello di ieri è il 22esimo incidente mortale in Liguria dall’inizio dell’anno.