Green passEntrerà in vigore lunedì 6 dicembre anche nelle regioni a zona bianca e resterà in vigore almeno sino al 15 gennaio il nuovo super Green pass che verrà rilasciato solo a chi è vaccinato con la terza dose e chi è guarito da non più di 6 mesi dalla malattia.
Il provvedimento è stato varato ieri dal Governo che intende fare di tutto per evitare una nuova chiusura che, solo nel periodo di Natale e per bar e ristoranti potrebbe comportare una perdita da 7,2 miliardi di euro.

Chi non avrà il super green pass non potrà accedere a Bar, ristoranti, cinema, teatri e già si pensa ad estendere il provvedimento anche agli eventi sportivi e probabilmente anche agli impianti di risalita nelle località sciistiche.
Per ottenere il certifica sanitario si dovrà obbligatoriamente essere in regola con le vaccinazioni, anche la terza dose, e non sarà possibile ottenerlo con il solo tampone che resta valido solo per recarsi al lavoro e per salire su treni e mezzi di trasporto a lunga percorrenza ma anche su questo potrebbero scattare dei provvedimenti restrittivi.

Il nuovo green pass avrà durata di 9 mesi e non più 12 e verranno rafforzate le campagne di informazione per la vaccinazione e tutti i provvedimenti necessari a cercare di “convincere” No vax e persone con dubbi a vaccinarsi senza timori.
I dati scientifici confermati in tutto il mondo dicono che il vaccino, al momento, è l’unica vera risposta adeguata all’avanzata del virus e la campagna vaccinale in corso, pur non avendo raggiunto la cosiddetta immunità di gregge che darebbe i veri risultati attesi, comunque consente di confermare che i vaccinati sono molto meno esposti alla malattia, in caso di contagio presentano effetti meno gravi ma, soprattutto che nei reparti di Terapia Intensiva – quelli riservati ai casi più gravi – la netta maggioranza delle persone ricoverate non è vaccinata.

Il Governo ha anche esteso l’obbligo del vaccino ai lavoratori delle Forze dell’Ordine e militari, personale scolastico e sanitario con esclusione della possibilità di trasferimento ad altra mansione e è in programma anche l’estensione graduale ad altre categorie a contatto con il pubblico.

Rispondi