vaccino coronavirusGenova – Da oggi chi rientra nella fascia tra i 60 e i 70 anni può scegliere che tipo di vaccino fare, prenotando il farmaco Pfizer o Moderna in alternativa ad AstraZeneca e Johnson&Johnson ma ai centralini del Cup della ASL c’è ancora chi non lo sa.
Sono in molti a segnalare alla Redazione di LiguriaOggi.it le difficoltà incontrate ad aderire all’opportunità – annunciata ieri sera dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e dunque ufficiale – di poter scegliere il tipo di vaccinazione con farmaco Pfizer o Moderna invece di AstraZeneca o Johnson&Johnson.

Secondo le segnalazioni, chiamando i centralini del CUP, si riceverebbero risposte “evasive” riguardo alla presunta necessità di ricevere dalla Regione Liguria le indicazioni necessarie.
Difficoltà anche maggiori recandosi nelle Farmacie convenzionate e che, sempre secondo le segnalazioni, risponderebbero che il software di prenotazione non consente, al momento, la “libera scelta” annunciata.

Disagi che rischiano di compromettere la “mossa a sorpresa” delle autorità sanitarie per convincere anche i più scettici e i “no Vax” a sottoporsi alla vaccinazione necessaria a raggiungere quella immunità di gregge che metterebbe al sicuro la popolazione intera dall’incubo di una terza ondata di coronavirus in autunno.

Con la possibilità di scegliere il vaccino, infatti, “crollano” le scuse di quanti, specialmente nella fascia di età tra i 60 e i 70 anni, ancora non hanno prenotato la vaccinazione adducendo presunte – e non giustificate – perplessità sulla pericolosità del vaccino AstraZeneca.
In realtà i dati sanitari e scientifici confermano che il rischio di reazioni avverse è pressoché uguale per tutti i tipi di vaccino ma la preoccupazione della popolazione sta spingendo le autorità sanitarie a prendere decisioni anche di questo tipo pur di arrivare all’obiettivo che metterebbe in sicurezza una larghissima fetta di cittadini.

Probabilmente le segnalazioni dei disservizi arriveranno anche alle autorità competenti che prenderanno provvedimenti tempestivi per non rendere meno efficace la programmazione delle vaccinazioni di massa.
Il consiglio è quello di “ritentare” con una nuova chiamata ai centralini del CUP nelle prossime ore o direttamente domani.

Rispondi