Roma – Blocco totale delle attività per fabbriche, aziende ed attività produttive non prioritarie e che non forniscono servizi e merci di primario interesse, per far fronte all’emergenza coronavirus in Italia.
E’ il provvedimento straordinario deciso dal Governo in vista dell’atteso picco del contagio da coronavirus-covid19, che dovrebbe arrivare a metà della prossima settimana.
A darne notizia il presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, al termine di una lunga e faticosa riunione.

Un provvedimento senza precedenti e che avrà conseguenze non facilmente calcolabili sull’economia nazionale che subirà una pericolosa quanto indeterminata battuta di arresto.

Resteranno aperte solo le attività strategiche e quelle che producono e vendono merci di prima necessità.
Nel commercio aperte Farmacie, supermercati e negozi di alimentari ma anche uffici postali, banche e servizi finanziari.

Queste le parole del premier Giuseppe Conte alla nazione

Rispondi