Clara Ceccarelli uccisa GenovaGenova – Clara Ceccarelli è stata uccisa da oltre cento coltellate.

Lo ha stabilito l’autopsia effettuata nelle scorse ore dal medico legale su ordine del sostituto procuratore.

La donna è stata straziata da oltre cento fendenti, inferti da Renato Scapusi, l’ex che da tempo la perseguitava.

Secondo quanto hanno potuto accertare gli uomini della scientifica, Clara sarebbe stata colpita in un corridoio, vicino al bagno che si trova nel retro del negozio.

Lì probabilmente aveva cercato di difendersi dall’aggressione di Scapusi.

L’uomo, dopo aver aggredito la commerciante, era fuggito e aveva minacciato di suicidarsi ma era stato fermato dagli agenti della Polizia che lo avevano arrestato.

Scapusi, che si trova rinchiuso nel carcere di Marassi, ha ammesso l’assassinio dell’ex compagna colpevole, a suo dire, di averlo lasciato.

L’assassino, affetto dalla dipendenza dal gioco d’azzardo, continuava a molestare Clara che, anche a causa del vizio del gioco, un anno fa aveva deciso di troncare la relazione.

Da quel momento l’uomo non si era dato pace ha continuato a importunare e aggredire la donna fino al tragico esito di venerdì quando, con un coltello, l’ha colpita per oltre cento volte uccidendola.

 

 

 

 

Rispondi