Carabinieri forestale fucili
I Carabinieri della Forestale e le armi sequestrate

Boissano (Savona) – E’ stato sorpreso a cacciare durante i giorni di silenzio venatorio, quelli in cui non è consentito sparare, tenendo poi un atteggiamento sospetto e rilasciando dichiarazioni false sul possesso di alcune armi.

Per questo un pensionato di Boissano, in provincia di Savona, si è visto sequestrare fucili e munizioni dai Carabinieri Forestali.

Tutto è iniziato il 5 gennaio 2021, durante un controllo della forestale nella zona dei boschi a ridosso dell’insediamento urbano.

I militari hanno notato l’uomo nel bosco, vestito con abiti da caccia nel giorno di silenzio venatorio e lo hanno identificato.

Dopo le procedure del caso, gli uomini della forestale hanno invitato l’anziano a rientrare in casa e lo hanno seguito per il controllo delle armi detenute.

Durante la fase di controllo, l’uomo ha tenuto un comportamento sospetto, rilasciando dichiarazioni false. Questo gli è costato la denuncia alla Procura della Repubblica e la segnalazione alla Questura di Savona.

Dopo i necessari accertamenti, gli uomini della stazione forestale di Loano hanno provveduto al sequestro di quattro fucili Beretta, due fucili Franchi, una carabina Remington, un fucile francese e oltre cento cartucce a pallini e a palla.

 

Rispondi