capitaneria di portoSavona – Non hanno dichiarato la presenza di materiali pericolosi a bordo e sono stati fermati e multati per 10mila euro. La Guardia Costiera del Nucleo Port State Control della Capitaneria di Porto di Savona ha bloccato e controllato una nave mercantile di nazionalità panamense in porto a Savona.
Gli ispettori PSC (che tradotto significa “controllo dello Stato di approdo”) hanno rilevato la mancanza della certificazione di sicurezza attestante la presenza di materiali pericolosi e nocivi a bordo.
Tale certificazione, resa obbligatoria dalla normativa comunitaria su navi superiori alle 500 tonnellate di stazza, ha lo scopo di permettere l’identificazione del materiale pericoloso che è parte integrante della struttura nave, al fine di poterlo gestire correttamente nelle fasi di demolizione della nave per un corretto smaltimento.
La norma mira ad evitare lo smaltimento illecito dei materiali presenti a bordo al termine della vita operativa della nave e conseguentemente eliminare gli effetti negativi per la salute umana e per l’ambiente derivanti da un eventuale non corretta gestione dei materiali pericolosi a bordo.
La mancanza rilevata ha comportato per il Comandante e per il suo datore di lavoro (armatore) l’immediata sanzione amministrativa di 10 mila euro nonché l’obbligo di ottenere idonea certificazione di sicurezza prima di lasciare il porto di Savona.

Rispondi