traffico esselunga corso italia
Immagine di repertorio

Genova – Sono esasperati dal traffico, aumentato dall’apertura del supermercato Esselunga, i cittadini di via Piave che sabato prossimo 8 maggio, dalle 10.30, presidieranno la strada.

I residenti protestano per l’aumento del traffico portato dal supermercato e dai bilici di rifornimento che si trovano lungo la via e nel quartiere.

Un traffico che, lamentano ancora i cittadini, porta a un aumento dell’inquinamento con danno per la salute e la qualità della vita di chi il quartiere lo vive e lo abita.

Inquinamento che ha anche una declinazione acustica definita “intollerabile” soprattutto nelle ore notturne, che potrebbe aumentare se l’apertura del bar Atlantic venisse prolungata oltre le 21.00.

Inoltre, con l’arrivo della stagione balneare e l’apertura degli stabilimenti di corso Italia il rischio ingorghi sembra cosa certa. Code non solo in corso Italia ma anche tra via Rosselli, via De Gasperi e via Righetti, fino a via Cavallotti.

“Spostare le code non risolve il problema alla base – scrivono i residenti – assurda la decisione di inserire una struttura di 1500mq + 500 mq di bar, nella via e nel quartiere, evidentemente non idonei a ricevere il traffico aggiuntivo”.