Genova – Lunghe code e qualche protesta per i disagi, questa mattina, per le persone chiamate per la vaccinazione contro il coronavirus
Improvvisi ritardi hanno causato la formazione di “ingorghi” che hanno rallentato l’afflusso delle persone all’interno dei vari settori di accoglienza.
Le code si sono allungate come i tempi di attesa e si sono registrate diverse lamentele.
Il personale addetto alla sicurezza e allo smistamento delle persone ha cercato di contenere al massimo i disagi.

Non e’ chiaro cosa abbia causato il rallentamento della macchina organizzativa che, nelle scorse settimane, aveva invece macinato diversi record.

Tantissimi i giovani e giovanissimi in coda. La risposta dei teenager liguri fa da contrappeso al gran numero di “scettici” e “no vax” presenti invece nella fascia tra i 60 e i 70 che da ieri hanno la possibilità di prenotare il tipo di vaccino “preferito” invece di dover utilizzare quello indicato dalle autorità
Un espediente adottato per cercare di limitare il numero di persone non vaccinate e cercare di raggiungere al più presto la cosiddetta “immunità di gregge”

Rispondi