polizia La Spezia, squadra mobile, La Spezia – Ha tentato di raggirare una donna con la truffa dello specchietto e del finto incidente ma è stato smascherato dalla polizia.
Nella mattinata del 30 aprile, si presentava presso l’ufficio denunce della Questura, una cittadina spezzina che dichiarava di essere stata vittima di una truffa.
La stessa riferiva che il giorno precedente, mentre transitava nel comune di San Terenzo di Lerici, udiva un colpo provenire dalla fiancata destra della sua autovettura, ma non notando nulla di anomalo proseguiva la sua marcia.
Poco dopo, veniva raggiunta da un’altra autovettura che sfanalando e suonando il clacson la invitava a fermarsi; una volta fermi, il conducente dell’altra autovettura accusava la donna di avergli danneggiato lo specchietto retrovisore laterale. La donna, pur riscontrando alcune anomalie nel racconto dell’uomo, al fine di risolvere quanto prima la questione si dichiarava disponibile alla compilazione del modulo di contestazione amichevole di incidente, ma l’uomo rifiutava categoricamente tale soluzione richiedendo la somma di 100 euro in contanti. La donna, intenzionata a risolvere quanto prima la questione, consegnava la somma richiesta all’uomo che, non appena ricevuto il denaro, si allontanava velocemente.
Gli agenti della Squadra Mobile spezzina, si mettevano immediatamente al lavoro e dopo aver recuperato ed analizzato i filmati della videosorveglianza comunale e ad aver effettuato i necessari accertamenti, riuscivano ad identificare l’auto e l’uomo alla guida. Questi, un 25enne italiano residente in altra regione, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, risultava essere stato denunciato per una truffa del tutto analoga, commessa nella provincia di Livorno la settimana precedente.
A seguito delle indagini esperite, gli agenti della Squadra Mobile spezzina denunciavano l’uomo alla competente autorità giudiziaria per il reato di truffa.

 

Rispondi