Genova – Ben 169 eventi sportivi, con la possibilità di sperimentare nuovi sport gratuitamente, per tutti i genovesi. Domenica 18 settembre bambini, adulti e anziani potranno cimentarsi in oltre 60 discipline sportive offerte da società e associazioni su tutto il territorio
Una maratona di eventi sportivi sparsi in tutti e nove i Municipi della città per i genovesi che potranno accedere liberamente per una giornata di “sport per tutti” che si preannuncia indimenticabile.
È stata presentata a Palazzo Tursi la seconda edizione di “SportCity Day”, l’evento nazionale ideato e realizzato da Fondazione SportCity con il sostegno e la collaborazione della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, che quest’anno si terrà domenica 18 settembre in 36 città italiane di cui 13 capoluoghi di regione, tra cui Genova.
Domenica il capoluogo ligure si trasformerà in una palestra a cielo aperto, facendo vivere ai cittadini genovesi una giornata all’insegna dello sport e del benessere, e consentendo a chiunque di praticare gratuitamente le più svariate discipline sportive negli spazi urbani pronti per essere destinati all’utilizzo sportivo: un principio fondante della rigenerazione urbana delle città che stanno lavorando per diventare delle vere e proprie “Sportcities”.

«Ripensare e rigenerare le nostre aree urbane, rendendole fruibili per attività sportive e motorie nell’ottica di migliorare la salute dei nostri cittadini. È questo – dichiara l’assessore allo sport del Comune di Genova – il doppio obiettivo che intendiamo raggiungere con SportCity Day, un progetto al quale abbiamo aderito con entusiasmo per far conoscere tutto il nostro territorio e il suo straordinario patrimonio di parchi, strade ed aree verdi. Attraverso il coinvolgimento dei Municipi, delle società e delle associazioni sportive del territorio, che ringrazio a nome dell’Amministrazione, domenica 18 settembre Genova si trasformerà in un contenitore di eventi sportivi aperti a tutti, in linea con i valori di Genova Capitale europea dello Sport 2024: solidarietà, inclusione sociale, fair-play, integrità e rispetto dei diritti umani. SportCity Day, che arriva per la prima volta nella nostra città, rispecchia alla perfezione la nostra concezione dello sport come mezzo di aggregazione, per la tutela della salute e la promozione del benessere psicofisico».

«Una giornata dedicata allo sport, in tutta Italia, che vede anche la Liguria con Genova protagonista. Un’ottima notizia che diventa ancora più importante se lo sport celebrato è quello per tutti e praticato da tutti a partire dai bambini che frequentano la scuola materna, sino agli over 65 – commenta l’assessore allo sport di Regione Liguria –. Lo sport non è solo l’eccezionale gesto atletico che siamo abituati ad applaudire e davanti al quale ci emozioniamo. Lo sport è ricerca della sfida con noi stessi per primi, è socialità, condivisione, è l’accettazione di regole e del mettere a servizio degli altri le proprie qualità, lo sport è vita. Fare sport ci consente di avere molti benefici e ci conduce ad uno stile di vita più sano per fare prevenzione e aiutarci a stare meglio con il corpo e con la mente» chiosa l’assessore, che ha anche la delega agli stili di vita consapevoli in Regione Liguria.

Alla presentazione di SportCity Day hanno partecipato, tra gli altri, gli assessori allo sport di Comune di Genova e Regione Liguria, il sottosegretario di Stato alla Salute, i presidenti di Municipio o i loro delegati allo sport, il presidente nazionale di Fondazione SportCity Fabio Pagliara ed il presidente regionale Luca Cecchinelli oltre a rappresentanti di CIP, CONI Liguria, CAI e della sezione di Genova dell’associazione Guide Turistiche della Liguria.

SportCity Day sarà una giornata di sport, socializzazione e riflessione per gli amministratori pubblici che vedrà la partecipazione di numerose associazioni sportive dei territori coinvolti, pronte con i loro istruttori a coinvolgere i cittadini in oltre 60 discipline sportive.

Ricchissimo il cartellone genovese di eventi che saranno aperti e accessibili a chiunque in tutti e nove i Municipi della città. Fondamentale il contributo offerto dalle associazioni sportive e dai loro volontari che consentiranno alla cittadinanza di cimentarsi in 168 tra attività sportive e ludico-motorie: dal calcio al fitness, dalle arti marziali alla pallavolo, dalla vela all’orienteering passando per balli di gruppo ed escursioni. Un’ampia offerta di attività e servizi alla persona per tutti i gusti e le età, finalizzati alla “sportivizzazione” delle città e improntati alla sostenibilità ambientale: temi sempre più attuali e ricercati dai cittadini che vivono nei centri urbani e che vanno incoraggiati a praticare sport e attività motoria all’aria aperta con benefici per la salute fisica e mentale e per la loro vita quotidiana.

«Praticare sport e adottare corretti stili di vita rappresentano il principale e più importante strumento di prevenzione. Svolgere attività fisica con regolarità significa fare una scelta a favore della propria salute. Questa iniziativa – afferma il sottosegretario di Stato alla salute con deleghe alla medicina sportiva, sana alimentazione e corretti stili di vita – rappresenta un’incredibile opportunità per sensibilizzare la comunità, soprattutto le giovani generazioni, sull’importanza di uno stile di vita salubre e non sedentario e per diffondere la cultura della vita attiva come strumento per il benessere psico-fisico. Fondamentale in questo percorso è il ruolo delle città, e l’amministrazione comunale di Genova lo ha ottimamente compreso, considerato lo stretto rapporto tra pianificazione urbana e salute pubblica. L’assetto urbano infatti gioca un ruolo decisivo nella promozione di stili di vita sani e nella prevenzione di malattie croniche non trasmissibili».

Alle 168 iniziative in programma si aggiunge il cammino urbano di circa 3 ore organizzato e offerto dalle sezioni CAI di Sampierdarena e Bolzaneto insieme ad Associazione Guide Turistiche della Liguria-sezione di Genova e Club Amici del Cinema, in collaborazione con il Comune di Genova. Itinerario: Porta Siberia-Collina di Castello-Torre Embriaci-Santa Maria di Castello-Sarzano-Ponte di Carignano-Chiesa di Santo Stefano-Borgo Incrociati-Ponte di Sant’Agata. Lunghezza 5 km circa. L’appuntamento è alle ore 9 di domenica 18 settembre presso Palazzo San Giorgio, lato mare. La partecipazione al cammino è gratuita e riservata a gruppi di massimo 25 persone. Obbligatoria la prenotazione allo 010-5572903, Ufficio Informazione e Accoglienza Turistica del Comune di Genova.

«La parola “cammino” di solito evoca immagini di sentieri sterrati, colline, laghi e vegeta-zione verdeggiante. Ma ripensando il raggio di azione all’interno del quale siamo abituati a “camminare” – dice Diego Leofante, presidente della sezione CAI di Sampierdarena – si può reinventare un nuovo modo di vivere la città, lontano dai circuiti più noti coniugando l’attività sportiva, l’arte con la voglia di scoprire angoli nascosti e poco conosciuti. Camminare in città è una attività, adatta a tutte le età, che favorisce il benessere fisico e la socializzazione. Adatto sia ai turisti in visita, che ai genovesi per scoprire posti segreti o angoli meno battuti di Genova. Camminare lungo le strade del centro storico sarà come fare un viaggio reale ed immaginario sulle tracce di una Genova romana, medievale e rinascimentale, che giunge fino a noi e ancora ci stupisce».

Il programma completo degli eventi genovesi di SportCity Day, suddivisi Municipio per Municipio oltre che per orari, sedi, tipologia e società/associazioni sportive organizzatrici è consultabile e scaricabile al link https://smart.comune.genova.it/contenuti/sport-city-day

Sportcity Day è promosso da Fondazione SportCity in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, e gode del patrocinio di CONI, Sport e Salute, CIP, ICS, Anci, Intergruppo Parlamentare Qualità di Vita nelle Città, Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, Aces Italia, CUSI, C14+, Fondazione YMCA.

«Lo SportCity Day è una festa, ma è anche un messaggio importante per l’intero Paese – conclude il presidente di Fondazione SportCity Fabio Pagliara –. “Sportivizzare” le città rende le città e i cittadini migliori ed è questo il messaggio che noi il 18 settembre lanceremo in 36 città italiane con delle attività che si svolgono in luoghi all’aperto e appropriandoci degli spazi urbani. Nello stesso tempo saremo in diretta streaming con collegamenti da tutte le città, dimostrando che i migliori alleati dello sport sono proprio le città e la tecnologia. Lanceremo questo messaggio tutti insieme, per quella che per noi è una rivoluzione dolce, per un Paese migliore».

Rispondi