voto, elezioni, urna elettorale
Il Comitato Regionale delle Comunicazioni della Liguria (Corecom) ha scritto alle principali emittenti TV della Liguria “affinché sia ripristinata la parità di trattamento tra le diverse forze politiche”.
L’autorità garante della par-condicio, in prossimità del voto di domenica 25 settembre relativo alle elezioni politiche, ha esaminato i dati del monitoraggio effettuato sulle trasmissioni dell’emittenza televisiva locale, fra il 21 agosto e il 17 settembre, relative alla seconda fase della campagna elettorale e sulla base dei risultati dell’indagine ha deciso all’unanimità di attivarsi per assicurare il massimo equilibrio, soprattutto nella fase finale della campagna elettorale.
Il presidente del Co.re.Com ha scritto alle principali emittenti TV della Liguria “affinché sia ripristinata la parità di trattamento tra le diverse forze politiche nei notiziari e nelle trasmissioni di carattere politico, anche nel rispetto dell’attuale rappresentanza parlamentare, qualora sia presente”.

Queste raccomandazioni derivano dagli obblighi imposti dalla legge sulla par condicio e, in particolare, dall’esigenza di assicurare l’equa rappresentazione di tutte le opinioni politiche. Il Co.Re.Com, nella lettera inviata alle tre emittenti, ha ricordato la delibera n. 299/22/CONS che contiene le modalità per garantire il pluralismo attraverso la parità di trattamento, l’obiettività, la correttezza, la completezza, la lealtà, l’imparzialità, l’equità e la pluralità dei punti di vista con l’assicurazione di equilibrio tra i soggetti politici.
Tale obbligo fondamentale è imposto dalla legge sulla par condicio ed è dettato, pur nel rispetto della liberà e dalla autonomia di ciascuna testata giornalistica, dall’esigenza di assicurare il pluralismo e l’equa rappresentazione di tutte le opinioni politiche.

Rispondi